Pier Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Prosieben, tre banche pronte a sostenere Mfe in caso di opa

Condividi

Secondo Reuters, per l’operazione che potrebbe valere 4 miliardi, la holding tv avrebbe già incassato il sostegno di Bank of America, Unicredit e Deutsche Bank

A due settimane dall’appuntamento all’assemblea generale, resta alta l’attenzione su Prosieben e sul ruolo che Mfe-Media for Europe può giocare nel futuro del broadcaster tedesco.

Secondo Reuters, la holding guidata da Pier Silvio Berlusconi, in caso decidesse di lanciare un’opa sul gruppo, di cui è già prima azionista con poco meno del 30% delle azioni, potrebbe già contare sul supporto di 3 banche.
Per l’operazione da 4 miliardi, scrive ancora l’agenzia, avrebbero dato il loro benestare Bank of America, Unicredit e Deutsche Bank. In particolare le prime due si sarebbero offerte di coprire il 100% della potenziale operazione con rispettivamente 3,2 e 3,7 miliardi, mentre Deutsche Bank si sarebbe dichiarata disponibile a coprire il 50%.

Scalata non imminente

Sempre secondo quanto riportato dall’agenzia, l’avvio della scalata non sarebbe imminente. Ma non è difficile mettere in collegamento la notizia dei contatti con le banche alle crescenti pressioni di Mfe sul destino degli asset non tv del broadcaster tedesco, tra cui figurano portali di eCommerce e di dating.
Mfe, ricordiamo, ha proposto all’assemblea di valutarne uno scorporo, incassando anche il supporto del fondo Amber. Dall’altra parte, il board tedesco, pur essendosi espresso contro la proposta, ha comunque interpellato istituti finanziari per valutarne il valore.