Pietro Labriola (foto Ansa)

Tlc, Labriola (Tim): urgente consolidamento per cogliere opportunità

Condividi

Servono regole uguali per tutti nei settori che stanno convergendo, dice l’ad di Tim

Nel settore delle tlc, in Italia e in Europa, “si fa sentire con sempre maggior forza l’urgenza di un consolidamento necessario a superare una frammentazione che frena gli ingenti investimenti necessari”. Lo afferma l’amministratore delegato e direttore generale di Tim, Pietro Labriola, alla conferenza 5G&Co.

Cogliere occasioni di mercato

Con il superamento del modello verticalmente integrato e la strategia del piano triennale “saremo in grado, ha osservato, di avere la flessibilità strategica e finanziaria necessaria per cogliere eventuali occasioni in un mercato che sta affrontando una fase di grandi cambiamenti e di consolidamento”.

Questa strategia, ha aggiunto, “ci rafforzerà nell’offerta di servizi, senza trascurare gli investimenti per lo sviluppo del 5G che sarà una delle leve più importanti per abilitare nuove soluzioni. Punteremo sui nostri data center e sul cloud, così come sulla cybersicurezza e sull’internet delle cose”.
Inoltre, “saremo in grado di sprigionare il massimo dalla nostra forza commerciale” con “una vera e propria customer platform di servizi e contenuti”, dove aggregare nuovi prodotti nuovi, dall’energia alle assicurazioni. Questa strategia “porterà nel prossimo triennio a generare cassa” e a poter accelerare le riflessioni sulla remunerazione agli azionisti.

Labriola: basta regole solo per operatori tlc

In un passaggio successivo, Labriola ha parlato della differenza di trattamento riservata alle tlc, soggette a più regole. “Nel 2024 la maggior parte delle persone fa telefonate via Whatsapp o via Messanger, via Instagram, via Telegram, se il servizio fornito è lo stesso perché le normative e gli obblighi ci sono solo per gli operatori di telecomunicazioni?”, ha chiesto, facendo un paragone “forte”. “E’ come dire che c’è qualcuno che vende sigarette rispettando le norme, altri forniscono servizi similari, sempre di sigarette di tratta, ma senza una licenza e quindi non si applica la normativa”.

Per il manager “è uno dei principali problemi in un mercato che non ha più confini”. “Per quale motivo il servizio di connettività satellitare viene fornito senza dare un call center 24 ore su 24 gratuito, che differenza c’è” con l’Adsl?.
“Io non voglio fare battaglia di retroguardia dicendo regoliamo tutto. Faccio una provocazione: non regoliamo nessuno. Se vogliamo che questo settore abbia futuro, le regole devono essere le stesse per tutti, anche nei settori che stanno convergendo”.