La classifica di soddisfazione delle pay tv secondo Altroconsumo

Condividi

Anche quest’anno Altroconsumo ha condotto l’indagine annuale sul livello di soddisfazione dei servizi di Pay Tv, coinvolgendo più di 23mila soci Altroconsumo, ai quali è stato chiesto di valutare il proprio operatore, con l’obiettivo di stilare una classifica di soddisfazione dei servizi Pay Tv presenti sul mercato.

Fonte: Altroconsumo, Inchieste 2024

Dall’indagine Altroconsumo emerge come le novità più recenti si stiano facendo largo nel mercato e scalino le classifiche di gradimento. È il caso di Disney+, che raggiunge Netflix come piattaforma streaming più amata. Si tratta degli unici servizi che raggiungono un livello di soddisfazione ottimo che corrisponde ad un punteggio pari o superiore a 75/100, ottenendo così il titolo di Provider Consigliato.

Il costo delle offerte di ogni operatore influisce sul grado di soddisfazione degli abbonati, e forse spiega il leggero calo rispetto allo scorso anno del punteggio di Netflix, che di recente ha ritoccato verso l’alto le proprie tariffe.

Risultato opposto, invece, quello conseguito da Dazn, che ha ottenuto la peggiore valutazione in termini di soddisfazione globale, con un punteggio di 49/100. Su questo dato pesa sicuramente la scarsa soddisfazione degli abbonati per l’assistenza clienti in caso di problemi tecnici.

NOTA METODOLOGICA

Altroconsumo ha chiesto a 23.738 soci di esprimere il proprio grado di soddisfazione sui servizi offerti dagli operatori di pay tv. Le risposte hanno permesso di stilare una classifica di soddisfazione.