A Exor il 100% di Gedi, nel Cda entrano Bassetti, Dini e D’Aveni

Condividi

La holding assume il controllo completo dell’editrice rilevando le quote di Mercurio e Cir. Giornalismo indipendente, intrattenimento di qualità e accelerazione dello sviluppo digitale i capisaldi su cui puntare

Tra confermi e nuovi ingressi, il Gruppo Gedi ha rinnovato il proprio Cda, durante l’assemblea dei soci, che si è svolta oggi, 22 aprile, a Torino.

Nel board, John Elkann e Maurizio Scanavino sono stati riconfermati nei ruoli di presidente il primo, e ad e direttore generale il secondo. Oltre a loro, conferme nel ruolo di consiglieri sono arrivate anche per Marco De Benedetti, Turi Munthe, Carlo Perrone e Umberto Tribuzio. Tre i nuovi ingressi con Marco Bassetti, Diyala D’Aveni e Francesco Dini che subentrano a Federico Marchetti, Tatiana Rizzante e Pietro Supino.

CHI SONO I NUOVI CONSIGLIERI

Marco Bassetti è un manager ed imprenditore italiano. All’inizio degli anni ’80, ha iniziato a lavorare come produttore esecutivo per Retequattro di Mondadori, per poi passare a Mediaset. Nel 1986 ha fondato La Italiana Produzioni, producendo programmi di intrattenimento, giochi televisivi, talk show e pubblicità. Nel 1989 ha fondato Aran, che è diventata una delle principali società di produzione italiane, offrendo alle principali reti italiane serie, sit-com, telenovele, programmi di intrattenimento e film TV. Dal 1994 al 1997 è stato anche AD della joint venture con Grundy Italy, che in seguito è diventata Pearson TV Italy. Nel dicembre 1997 ha fondato Endemol Italy dove ha lavorato come direttore generale e poi presidente fino a maggio 2004, quando si è dimesso per dedicare più tempo a diverse attività imprenditoriali in Italia e all’estero, rimanendo nel CDA internazionale di Endemol. Nell’ottobre 2007 è tornato al Gruppo Endemol come direttore operativo e nell’agosto 2009 è stato nominato presidente del Gruppo. Quando l’azienda ha deciso di ristrutturare il debito, ha assunto la responsabilità di CEO compiendo un turnaround di successo. Nell’aprile 2012 ha lasciato la società per fondare Ambra Multimedia. Nell’aprile 2013 è entrato a far parte di Banijay Entertainment come AD. Durante questo periodo, Banijay ha acquisito due dei maggiori players, Zodiak e Endemol. Oggi il Gruppo Banijay è riconosciuto come il leader mondiale nell’industria della produzione televisiva.

Francesco Dini si è laureato in Lettere moderne all’Università degli Studi di Firenze e ha conseguito un master in Sviluppo Manageriale presso la Scuola di management della LUISS. Dopo aver lavorato nel Gruppo Fininvest, a partire dal 1991, ricoprendo diversi incarichi nell’ambito delle relazioni istituzionali di Mediaset, del Gruppo Standa-Euromercato e di Fininvest Comunicazioni, è stato direttore relazioni istituzionali del Gruppo CIR dal 1999 al 2004. È stato direttore affari generali di CIR e membro dei CDA delle più importanti controllate del Gruppo da marzo 2004 ad agosto 2020. In seguito alla lunga esperienza maturata nel settore delle relazioni istituzionali, della comunicazione e dell’M&A, ha fondato la Dini Romiti Consulting, che si occupa di Public and Regulatory Affairs e di Media Relations. All’interno del gruppo GEDI è consigliere di amministrazione di GEDI News Network e vicepresidente di Elemedia. È presidente della U.S. Cremonese. È vicepresidente e presidente dei quotidiani di FIEG e vicepresidente di Confindustria Radio Televisioni (CRTV), consigliere di amministrazione di ANSA, Tavolo Editori Radio (TER), ADS (Accertamento Diffusione Stampa) e Audicom. Dal 2006, è associato dello European Round Table of Industrialists.

Diyala D’Aveni si è laureata in Economics alla Bocconi, e ha conseguito una doppia laurea in Public Policy a Berlino e, infine, un MBA tra Torino, Parigi, Monaco e Ginevra. Una grande passione per il mondo delle startup l’ha portata nel 2017 a muovere i primi passi nell’ecosistema dell’imprenditorialità in Italia. Guida due importanti iniziative: Italian Tech Week, il più grande evento sul tech in Italia, e Vento, l’Italian chapter di Exor Ventures. Vento negli ultimi 2 anni ha investito in più di 60 aziende e ha contribuito al lancio di 20 nuove realtà imprenditoriali. Nel 2023 è entrata nella lista 40 under 40 di Fortune Italia.

Exor sale al 100%

Exor azionista di controllo ha comunicato di aver esercitato l’opzione per aumentare la propria partecipazione al 100% di Gedi, rilevando le quote di Cir e di Mercurio.
Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro il primo semestre del 2024.

Giornalismo indipendente, intrattenimento di qualità e digitale

“Il percorso compiuto da Gedi in questi anni ha permesso di definire con chiarezza le attività di una media company innovativa e sempre più digitale”, ha commentato Elkann.
“Gedi garantisce un’informazione affidabile e libera da condizionamenti attraverso due grandi testate nazionali, che hanno ognuna una forte identità e uno stretto legame con i propri lettori. Il suo polo radiofonico, leader riconosciuto in Italia, e le crescenti attività nei social media offrono ogni giorno nuove occasioni di sviluppo, e grazie alla spinta del digitale coinvolgono un pubblico più ampio e giovane”.