Foto da Us/pikler

Internazionali, al via un’edizione da record

Condividi

Il Colosseo ha fatto da cornice allo shooting fotografo di Jannik Sinner al ritorno dall’Australia. Il Colosseo ha ospitato la presentazione degli internazionali Bnl d’Italia che prenderanno il via il prossimo 6 maggio.
A tenere banco i numeri del torneo a tredici giorni dal via.
“La prevendita dei biglietti è lo specchio di una manifestazione”, ha esordito il presidente della Fitp Angelo Binaghi. “A 25 giorni dalla finale (che si terrà il 19 maggio, ndr) abbiamo già raggiunto i 22,5 milioni di euro di incasso dello scorso anno con le due finali, maschile e femminile, già sold out. Rispetto al 2023 siamo cresciuti del 36% nonostante ci sia una sessione in meno, quella del sabato sera. 29.000 biglietti sono stati venduti all’estero, quindi l’esplosione è dovuta alla domanda interna. Supereremo facilmente i 298 mila spettatori paganti e puntiamo ai 300 mila”.

Per l’evento, che sarà trasmesso anche in chiaro dalla Rai tutti i giorni, Binaghi ha parlato di “un impatto economico sui 600 milioni di euro, con 120 milione di euro di gettito fiscale, 3750 posti di lavoro a tempo pieno per un anno. Attrarremo capitale straniere per biglietteria e sponsorizzazioni. Tutto questo senza utilizzare un solo euro di denaro pubblico, paghiamo anche l’affitto dell’impianto che ci ospita”.

Foto da Us/pikler
Nella foto, da sinistra: Marco Mezzaroma, Roberto Gualtieri, Angelo Binaghi ed Elena Goitini (Foto Giampiero Sposito)

Investimenti in arrivo

La Fitp guarda avanti. “Con l’incasso, che divideremo con Sport e Salute, per la nostra parte investiremo sui nostri sport”, ha proseguito Binaghi. “La nostra nuova frontiera è l’impiantistica perché i campi attuali non sono più in grado di rispondere alla domanda che continua a crescere”.
“Creeremo un fondo di 30 milioni di euro come leva finanziaria per stimolare gli investimenti dei privati per aumentare il valore complessivo degli interventi per realizzare un migliaio di nuovi campi di tennis, padel e pickleball nel nostro Paese”.

Come ogni anno si torna a parlare della copertura del Campo centrale. “Per noi il problema non è tanto la
coperta dell’impianto quanto la capienza”, ha affermato ancora Binaghi, “noi siamo in deroga da anni con l’Atp perché gli impianti che ospitano tornei come il nostro ospitano 12.500 spettatori, noi siamo fermi a 10 mila e la copertura potrebbe dare maggiore stabilità futura al torneo”.

Il presidente della Fitp è ancora più ambizioso. “Il monopolio dei quattro tornei del Grande Slam non sarà
eterno”, ha ammesso Binaghi, “c’è grande fermento all’interno del tennis internazionale. Sono convinto che i veri valori verranno fuori e Roma ha grandi prospettive. Non ci siamo arresi e vogliamo continuare a
crescere in termini organizzativi”.
In chiave sportiva Binaghi è ancora più esplicito. “Siamo un po’ stufi di arrivare secondi, vogliamo vincere”, ha detto il presidente della Fitp che si avvia a raggiungere il milione di tesserati.

Foto da Us/pikler
I trofei (Foto Giampiero Sposito)

Gualtieri: edizione record

“Siamo già in un’edizione dei record”, ha detto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. “Mi auguro che una
parte del gettito fiscale che arriverà nelle casse dello Stato grazie al torneo arrivi anche a Roma. Ci sarà il
tennis a Piazza del Popolo e il sorteggio dei tabelloni avverrà a Fontana di Trevi. Le piazze di Roma tornato a ospitare grandi eventi”.
“Anche la Capitale sta battendo diversi record in termini di afflussi turistici: questo weekend avremo più di 1,2 presenze che prolungano la loro permanenza in città. I trasporti verso il Foro Italico? Ho ottenuto 2,2 miliardi di euro per portare la metropolitana alla Farnesina ma serve il tempo per realizzarla”.

“Competere significa andare insieme verso qualcosa”, ha affermato Elena Goitini, amministratore delegato Bnl Bnp Paribas. “Le partnership di lunga durata hanno senso quando ci sono valori comuni. Gli Internazionali parlano di Italia con tre caratteristiche: determinazione, lungimiranza e generosità. Quest’anno avremo iniziative anche in favore di Telethon. Noi abbiamo vestito a festa pure Palazzo Diamanti a Milano”.

“Un evento sportivo di questa portata ha ricadute anche sullo sport di base”, ha sottolineato Marco Mezzaroma, presidente di Sport e Salute. “Anche noi destineremo la nostra parte di utili alla promozione dello sport. Questa partnership ha convinto pure noi ad alzare l’asticella. Ci sarà un 18esimo campo di fronte alla Sala delle Armi, abbiamo potenziato l’illuminazione e incrementato la disponibilità di lounge e ristoranti. Particolare attenzione verrà dedicata alla promozione dei corretti stili di vita con delle attività e dei luoghi all’interno delle quali promuoveremo la nostra mission aziendale”.