Pier Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Mfe: bene decisioni azionisti Prosieben; accelerare valorizzazione attività non-core

Condividi

Durante l’assemblea, approvati il bilancio e riconfermata Klára Brachtlová come mebro del consiglio di sorveglianza. A Christoph Mainusch e Leopoldo Attolico gli altri due posti. Rimosso Rolf Nonnenmacher, sostituito (come chiesto da Mfe) da Simone Scetti

“Mfe MediaForEurope accoglie con favore le decisioni prese dagli azionisti di ProSiebenSat.1 Media (P7S1) all’assemblea generale annuale di oggi. Tutte le mozioni proposte da Mfe hanno ricevuto la larga maggioranza dei voti”.

Lo comunica Mfe in una nota dopo l’assemblea di Prosieben, di cui l’ex Mediaset è azionista con quasi il 30%. Durante l’assemblea è stata respinta dai soci la proposta di Mfe di sottoporre al consiglio del broadcaster tedesco un progetto di spin-off delle attività non-core.

“L’Agm – si legge nella nota di Mfe – ha dimostrato che il semplice fatto di aver avviato la discussione ha creato un valore aggiunto significativo. Le proposte di Mfe hanno ottenuto l‘obiettivo prefissato: accelerare il processo di valorizzazione di Flaconi e Verivox dopo mesi di inattività. Inoltre, il prezzo dell’azione P7S1 ha reagito positivamente all’annuncio delle contromosse di Mfe: +22,2% dal 20 marzo 2024, contro una media del +3,3% degli altri broadcaster europei. Un effetto che è nell’interesse di tutti gli azionisti”.

Per il gruppo “nonostante la risoluzione di Mfe per la valutazione indipendente di uno spin-off delle attività non-core non sia stata formalmente approvata, oltre il 70% degli azionisti ha votato a favore della mozione. Alla luce di questo risultato, il management di P7S1 dovrà ora accelerare l’esecuzione della sua strategia per concentrarsi sul core business dell’intrattenimento”. Mfe è inoltre “convinta che il Supervisory Board, in questa nuova e migliorata composizione, abbia finalmente il giusto know-how per svolgere i suoi compiti e attuare quanto annunciato dal management. Leopoldo Attolico e Simone Scettri, in qualità di nuovi membri indipendenti, rafforzano le competenze esistenti del consiglio di sorveglianza”. Mfe, conclude la nota, “è un azionista di lungo termine e si concentrerà ancor più sulle performance del suo investimento. Per questo continuerà a valutare con attenzione i risultati di P7S1, nell’auspicio di vedere concretizzata quanto prima l’avverarsi della volontà degli azionisti espressa in assemblea”.