Carlo Degli Esposti

Carlo Degli Esposti nel Consiglio di Sorveglianza di Mediawan

Condividi

Per Degli Esposti anche la carica di presidente non esecutivo di Palomar, con Grifoni co-ceo insieme a Serra.

Carlo Degli Esposti, fondatore e amministratore delegato della società di produzione Palomar, entra nel Consiglio di Sorveglianza di Mediawan e del Comitato strategico del gruppo internazionale fondato e diretto da Pierre-Antoine Capton, Xavier Niel e Matthieu Pigasse.
Nel suo nuovo ruolo, Degli Esposti sarà coinvolto in tutte le decisioni strategiche della società e metterà a disposizione la sua esperienza per le attività nel mercato italiano e, in particolare, per le future operazioni di sviluppo e acquisizione in questo importante territorio europeo.

Nuovo assetto per Palomar: Grifoni co-ceo

Palomar, una delle società leader leader indipendente del mercato italiano dell’audiovisivo, è entrata a far parte di Mediawan nel 2019 e, sotto la guida di Degli Esposti e Nicola Serra, è diventata “uno dei suoi gioielli più belli sia per l’eccellenza delle produzioni in Italia che per la sua reputazione a livello mondiale grazie agli ambiziosi sviluppi di serie internazionali”, dice un comunicato del gruppo.

Nel nuovo assetto, Degli Esposti assume la carica di presidente non esecutivo di Palomar, mentre Marco Grifoni, attuale cfo di Palomar, diventa co-ceo insieme a Serra.
Entrato in Palomar nel 2018, Grifoni ha contribuito alla sua forte crescita degli ultimi anni. Per Palomar ha seguito l’integrazione in Mediawan, ha collaborato alla costruzione di produzioni nazionali e internazionali e ha anche curato l’avvio del nuovo dipartimento di animazione all’interno dell’azienda.

Tra i titoli di maggior successo a cui ha lavorato da quando è entrato in Palomar ci sono ‘Il commissario Montalbano’, ‘I delitti del Barlume’, ‘Call My Agent – Italia’, le serie internazionale ‘Il nome della Rosa’, ‘That Dirty Black Bag’, ‘Il conte di Montecristo’, oltre ai lungometraggi ‘La paranza dei bambini’, ‘Volevo nascondermi’, ‘La vita davanti a sé’ e ‘Palazzina LAF’.