audio podcast radio ascolto

Podcast monitorati come fonti di informazioni

Condividi

Accordo tra L’Eco della Stampa e Chora Media per l’integrazione dei podcast nelle rassegne stampa de L’Eco della Stampa. L’accordo con Chora Media si unisce al progetto già avviato nei mesi scorsi insieme a Will Media.

Grazie all’introduzione di una nuova tecnologia da parte de L’Eco della Stampa, i brand potranno ora verificare qualsiasi citazione all’interno del parlato dei podcast.

Fino ad oggi, infatti, il monitoraggio delle citazioni nei podcast era limitato alle parole chiave nei contenuti testuali, come il titolo o la descrizione. Ma grazie alla soluzione introdotta da L’Eco della Stampa, è ora possibile monitorare l’intero parlato dei podcast alla ricerca di keyword rilevanti per i brand.

Questa novità rappresenta un valore aggiunto significativo per le aziende, che possono finalmente monitorare e gestire la propria reputazione anche all’interno del panorama in forte crescita dei podcast.

I NUMERI DEI PODCAST IN ITALIA

Secondo la ricerca Ipsos Digital Audio Survey del 2023, gli ascoltatori di podcast in Italia sono 11,9 milioni, pari al 39% della popolazione, con un aumento del 3% rispetto all’anno precedente. Inoltre, i podcast dimostrano un grande potere di engagement: il 57% degli utenti dichiara di ascoltare un podcast per intero.

“Oltre che avere un’audience sempre maggiore, i podcast si stanno affermando come una nuova fonte di informazione e la partnership tra L’Eco della Stampa e Chora Media nasce proprio da questa tendenza. Accogliendo i podcast nella propria rassegna, L’Eco della Stampa dimostra di essere al passo con i tempi e i progressi del settore media”, dice Mario Calabresi, CEO di Chora & Will Media.

“L’audience sempre crescente dei podcast è il dato certo che ci ha spinto al dialogo con il principale player italiano in questo ambito: Chora Media. Ancora una volta L’Eco della Stampa si posiziona come pioniere di un monitoraggio volto all’integrazione di tutte le fonti utili a comporre il mosaico della presenza mediatica dei brand. Abbiamo già ricevuto riscontri molto positivi dai nostri clienti, alcuni dei quali, proprio grazie a questo nuovo monitoraggio, hanno scoperto di avere più visibilità di prima, in uno spazio di cui non erano a conoscenza”, commenta Pietro Biglia, marketing manager de L’Eco della Stampa.