Altman (OpenAI) non tranquillizza: nostra AI “abbastanza” sicura

Condividi

La dichiarazione a un evento Microsoft, a pochi giorni dallo scioglimento del team dedicato ai rischi della tecnologia.
E dopo l’accusa di Scarlett Johansson di aver copiato la sua voce

Secondo il suo ceo, Sam Altman, l’intelligenza artificiale di OpenAI è “abbastanza sicura” e la società ha svolto “un’enorme quantità di lavoro” per garantirne la sicurezza.

“Diamo per scontato” che GPT-4 sia generalmente considerato “abbastanza robusto e sicuro per un’ampia varietà di usi”, anche se “lontano dall’essere perfetto” ha spiegato il manager, durante un evento di Microsoft, grande finanziatore della start up, su cui ha investito 13 miliardi di dollari.
“Il mio più grande consiglio, ha aggiunto rivolgendosi al pubblico di sviluppatori, è che questo è un momento speciale, approfittatene”.

Dubbi interni e il caso Johansson

Ultimamente, l’attenzione sulla sicurezza dei sistemi della società è particolarmente alta. A farla aumentare la decisione dell’azienda di sciogliere il team dedicato allo studio dei rischi di questa tecnologia, con gli addii del co-fondatore dell’azienda Ilya Sutskever e il co-leader del team Jan Leike.

Nelle ore precedenti all’intervento OpenAi era stata accusata da Scarlett Johansson di aver copiato la sua voce senza autorizzazione per l’ultima versione di ChatGpt. Altman si è scusato con l’attrice, ha messo in pausa la voce, ma ha insistito sul fatto che non era basata sulla sua voce.