Morto Franco Anelli, rettore della Cattolica di Milano

Condividi

Lutto improvviso e sconcertante per l’Università Cattolica. Il rettore, Franco Anelli, è morto ieri sera.
Secondo quanto è stato riscostruito, si sarebbe suicidato buttandosi dal sesto piano del palazzo del centro di Milano in cui viveva.

“Con profonda costernazione la Comunità dell’Università Cattolica e della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, alla quale egli ha dedicato la propria opera e l’intera sua vita, si raccoglie nel compianto e nella preghiera, esprimendo il più sentito cordoglio alla sua mamma e ai suoi cari”, si legge nella nota dell’Università.
Cordoglio al quale si è unito il presidente della Cei, il card. Matteo Zuppi. “In questo momento di sgomento, a nome dell’Episcopato italiano, esprimo cordoglio alla sua mamma, ai suoi cari e alla comunità tutta dell’Ateneo e del Policlinico, cui ha dedicato la sua esistenza. Assicuro la preghiera della nostra Chiesa, affidando il caro Prof. Anelli alla misericordia del Padre”, ha concluso.

Chi era Franco Anelli

Avvocato e giurista, 61 anni, si era laureato in Legge e giurisprudenza alla Cattolica, per la quale era anche docente di Istituzioni di diritto privato. Due anni fa il Papa lo aveva nominato consultore della Congregazione per l’educazione cattolica.
Anelli era al terzo mandato al vertice dell’ateneo, che proprio in questi giorni aveva avviato il procedimento per la nomina del successore.

L’iter si è aperto – mercoledì 22 maggio – con la designazione unanime (636 voti su un totale di 685, pari al 93 % dei voti) da parte delle 12 le facoltà della professoressa Elena Beccalli attuale preside della facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative.
Il prossimo passaggio sarà il 17 giugno, data in cui il Senato si riunirà per selezionare una rosa di cinque candidati, scelti tra quelli delle facoltà, da presentare al Cda dell’università, per la deliberaredefinitiva, il 24 luglio.