Arthur Sadoun (Foto Ansa)

Nuovo assetto per Publicis: Sadoun presidente e ceo del Cda. Per Lévy ruolo onorario

Condividi

Il colosso della comunicazione francese cambia anche lo statuto

Cambio (quasi) epocale in Publicis. A 82 anni, Maurice Lévy, figura storica colosso francese della comunicazione lascia la governance, diventandone il presidente onorario e cedendo il testimone ad Arthur Sadoun.

Il nuovo assetto di Publicis

Nella nuova configurazione, Sadoun, che dirige di fatto Publicis da quando è stato nominato alla presidenza del direttorio nel 2017, diventa presidente e direttore generale ed Elisabeth Badinter, erede del fondatore di Publicis, Marcel Bleustein-Blanchet, assume la vicepresidenza del cda.
“Continuerò a spalleggiare Arthur Sadoun, a fornirgli tutto il mio sostegno, tutta la mia energia, per tutto il tempo necessario”, ha sottolineato Lévy, che prende anche la direzione di un comitato di riflessione sull’innovazione in Publicis, indipendente dal consiglio di amministrazione.

Cambio di statuto

L’assemblea generale degli azionisti a Parigi, ricorda Ansa, ha anche approvato un cambiamento di statuto di Publicis, che diventa una società anonima (SA).