Con Trump alla Casa Bianca, possibile ruolo da consigliere per Musk

Condividi

Sicurezza, frontiere, economia, ma anche scienza e tecnologia tra gli argomenti

Non più tardi di due anni fa, Donald Trump e Elon Musk si scambiavano pubblicamente insulti. Ma negli ultimi mesi pare che le cosa siano decisamente cambiate, con un rapporto amichevole, tanto da sentirsi al telefono più volte al mese. Ma non solo, secondo il Wall Street Journal, nel caso di un ritorno del tycoon alla Casa Bianca, per Musk potrebbe profilarsi un ruolo consultivo.
L’incontro tra i due, scrive il quotidiano, avrebbe avuto luogo a marzo a Montsorrel, nella tenuta dell’investitore milionario Nelson Peltz, a Palm Beach, in Florida, con un gruppo di amici ricchi e potenti.

Cosa potrebbe fare Musk

Il ruolo non sarebbe stato completamente definito e potrebbe anche non materializzarsi, ma i due hanno discusso dei modi per dare a Musk un’influenza sulle politiche relative alla sicurezza delle frontiere e all’economia. Tra i temi trattati anche tecnologia e scienza, inclusa la forza spaziale americana.

Campagne di influenza

Musk, insieme a Peltz, ha anche informato l’ex presidente di un piano che ha sviluppato con l’amico milionario per investire in un progetto basato sui dati per prevenire le frodi elettorali, secondo il Wsj. Sempre secondo il quotidiano, i due avrebbero anche raccontato a Trump di una campagna di influenza nei circoli d’élite già in corso, in cui Musk e i suoi alleati politici ospitano riunioni di potenti leader aziendali in tutto il Paese per cercare di convincerli a non sostenere la rielezione di Joe Biden.