Murray direttore del Washington Post. Il ceo: nuova redazione per social con notizie diverse dalle tradizionali

Condividi

La direttrice del Washington Post, Sally Buzbee, ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico presso il prestigioso quotidiano americano, che ha recentemente attraversato una profonda ristrutturazione.

Lo ha annunciato – ripresa da Agi – in una e-mail inviata all’intero staff dal redattore e amministratore delegato William Lewis: “Sally è una leader incredibile e una dirigente dei media di grande talento che ci mancherà profondamente. Le auguro tutto il meglio per il futuro”, ha osservato. Buzbee, era diventata la prima donna alla guida di prestigiosi media tre anni fa, e sarà immediatamente sostituita da Matt Murray, ex caporedattore del Wall Street Journal, fino alle elezioni presidenziali del prossimo novembre. Un articolo pubblicato sul giornale stesso afferma che “la brusca ristrutturazione della leadership del Post è di gran lunga la più grande mossa di Lewis da quando ha assunto la carica di amministratore delegato a gennaio”.

Nella sua email, Lewis ha anche detto che intende lanciare “una nuova divisione redazione” entro la fine dell’anno, focalizzata su “servizi e giornalismo sui social media” e rivolta a un pubblico che “vuole consumare e pagare per notizie molto diverse da quelle tradizionali.

La partenza di Buzbee arriva in un momento tumultuoso per il giornale, che ha perso 77 milioni di dollari (circa 70 milioni di euro) nell’ultimo anno, ha recentemente ammesso Lewis.