Girelli (Omg) vs. Advisors: “Solo negoziale il focus di certe gare”

Condividi

Il ceo di Omnicom Media Group, Marco Girelli, stigmatizza la deriva dell’auditing di certe gare media in margine al compleanno di TRKKN, la divisione che integra l’offerta su Advanced Analytics, Ad Tech e Cloud Engineering e che è affidata alla guida di Gaetano Polignano. Imminente, per la struttura che si occupa di tutti i servizi legati al mondo Google, una novità legata al retail marketing.

Primo anno di attività molto proficuo per TRKKN Italia, la divisione di Omnicom Media Group affidata alla guida del managing director Gaetano Polignano. In Italia sono più di una dozzina i progetti attivi con i clienti del gruppo, tra i quali McDonald’s, Skoda, Verisure e il gruppo Galileo Global Education. Presente in 24 paesi, TRKKN ha esordito in 18 territori. Apprezzato batterista metal, Polignano ha spiegato che in tema dati le aziende migliori sono già entrate in una fase di maturità. “I leader di mercato spingono tutti sul tech. I brand hanno scoperto il loro potere e noi siamo gli specialisti – ha spiegato Polignano – che possono aiutarli ad esprimerlo pienamente”. Niente di strano così che lo slogan di TRKKN sia ‘Data or didn’t happen’ .

Tra i top partner di Google

I ricavi di TRKKN nel mondo sono cresciuti a doppia cifra nel 2023 e lo stesso è previsto per il 2024. Nell’ultimo anno l’organico è raddoppiato arrivando a livello global a 260 persone. Attualmente, tra i grandi gruppi media, OMG è il più grande partner di Google al mondo, superato nella graduatoria solo da Jellyfish, ma posizionandosi davanti a Mediamonks, Publicis, Dentsu e GroupM.

In questi mesi TRKKN Italia si è impegnata a tracciare una roadmap per seguire le aziende nel percorso necessario ad affrontare la nuova era cookieless. “Con il nostro TRKKN PlayBook stiamo accompagnando le aziende non solo in un percorso mirato soltanto a sopravvivere, ma anche a crescere in questa nuova era”. Seguendo questi gli step definiti da TRKKN, quindi, secondo il manager, “è possibile raggiungere un livello di maturità digitale che fornisce il 70% in più di possibilità ad un’azienda di essere leader di mercato”.

Marco Girelli, CEO Omnicom Media Group Italia, ha spiegato: “TRKKN rappresenta un’area di innovazione importante per il Gruppo perché risponde al bisogno dei nostri clienti di adottare nuove soluzioni per massimizzare l’efficacia dell’enorme quantità di dati disponibili, che vanno razionalizzati, protetti e messi a sistema per poter garantire investimenti efficienti, garantendo la privacy degli utenti. TRKKN è un crocevia di molti progetti su cui stiamo lavorando che hanno l’obiettivo di orientare le aziende in un ecosistema, quello della comunicazione e del commerce, sempre più complesso e fluido, dove fisico e digitale si integrano e dove le competenze richieste, sia a noi che alle aziende clienti, per poter rimanere leader di mercato sono sempre più sofisticate e hi-tech”.

 Peccato non veniale, più prezzo che consulenza

Commentando il momento del mercato, Girelli ha pure stigmatizzato la deriva presa dalle gare media, spesso chiamate e ‘auditate’ soltanto per ottenere dalle strutture coinvolte nella consultazione, attraverso i vari passaggi dei pitch, soltanto una significativa riduzione dei costi media contrattualizzati. “L’enfasi di questi processi di gara – ha commentato Girelli – è sempre più spostata sulle tematiche negoziali, con poca attenzione al valore della consulenza che possiamo garantire alle marche. Purtroppo – ha aggiunto Girelli – mi pare di poter dire che il trend sia internazionale. Ed è un peccato. Grazie a strutture come TRKKN e a tutte le implementazioni che i nostri servizi hanno avuto per governare la trasformazione digitale, oramai possiamo portare alle marche vantaggi e soluzioni molto più importanti e strategiche di una pura e semplice riduzione del costo media”