L’Ai crea il 5% delle fake news. Ma ora l’Ue teme un picco

Condividi

L’avvicinarsi del voto preoccupa l’Europa

“I contenuti generati dall’intelligenza artificiale rappresentano circa il 5% della disinformazione accertata, quindi la quantità non è estremamente elevata”, ma ciò “non vuol dire che questi casi non siano rilevanti”. L’indicazione arriva da alcune fonti del Parlamento europeo, e non nasconde un certo grado di allarmismo.
Stando alle indicazioni, riprese da Ansa, infatti, “questo tipo di contenuti può causare potenzialmente molti problemi a pochi giorni dalle elezioni” come accaduto ad esempio alle legislative in Slovacchia.

Per gestire la situazione, hanno ricordato le stesse fonti, è stato creato “un team specifico” con l’obiettivo di “individuare rapidamente” contenuti generati con l’AI in vista dell’appuntamento con le urne.