Europei di atletica, da Casa Italia lo slancio agli atleti azzurri

Condividi

È il luogo dei sogni di tutte le manifestazioni sportive internazionali, quello che solo gli addetti ai lavori hanno l’opportunità di vivere dall’interno. Casa Italia è la sede dell’italianità sportiva nel mondo, lì dove gli atleti si sentono in patria se sono all’estero, dove i partner fanno sfoggio del migliore made in Italy in diversi settori merceologici, dove il BtoB dell’universo sportivo prende corpo.

Per gli Europei di atletica leggera, in corso di svolgimento a Roma, Casa Italia si trova a poche centinaia di metri dalla location delle gare e degli allenamenti, l’area del Foro Italico. L’hospitality house della Federazione Italiana di Atletica Leggera si trova negli spazi di Officine Farneto, location polifunzionale immerso nel parco di Monte Mario. Nella Casa Atletica Italiana, hub per tutte le attività della Fidal, per i propri partner e per i media, luogo di incontro, di network e di rappresentanza istituzionale, il colore dominante è ovviamente l’azzurro che colora le tre brevi corsie che conducono al grande pannello “Roma, questa è la mia casa” dove gli atleti azzurri passano a lasciare la loro firma. Su due piani con alle pareti gigantografie dei campioni azzurri, con il secondo piano dedicato alla ristorazione. Partner di Casa Atletica Italiana Joma, Frecciarossa, IP, Felicetti, Uliveto e Corriere dello Sport.

Tabellone delle firme degli atleti a Casa Italia

I numeri degli Europei

A Roma saranno impegnati oltre 1600 atleti, appartenenti a 48 federazioni europee, che si contenderanno le 147 medaglie che verranno assegnate in 24 diverse specialità. 116 gli azzurri presenti, di cui 63 uomini e 53 donne: un numero complessivo mai così alto per l’Italia nelle precedenti venticinque edizioni della rassegna continentale. La competizione è articolata in 11 sessioni complessive, 5 al mattino e 6 serali, per 6 giorni consecutivi di gare. Un grande evento internazionale a cui prenderanno parte circa 8.300 persone accreditate, di cui 2.700 rappresentanti dei 48 Team, 168 giudici, quasi 1.000 volontari e 700 operatori dei media. La copertura radio-televisiva dell’evento sarà garantita in tutto il mondo da 41 broadcaster italiani e internazionali (https://www.primaonline.it/2024/05/08/407896/europei-di-atletica-700-milioni-di-audience-garantita-da-eurovision/).

Filippo Tortu

Tortu, Crippa e Fantini a Casa Italia

Filippo Tortu, campione olimpico nella staffetta 4×100 a Tokyo 2020 iscritto a Roma sui 200 metri e nella medesima staffetta; Yeman Crippa, in gara nella mezza maratona e iscritto anche nei 10.000 metri di cui è il campione in carica di Monaco di Baviera 2022; Sara Fantini, impegnata nelle qualificazioni del lancio del martello. Sono i tre azzurri che, nella seconda giornata di gare, hanno raggiunto Casa Italia per incontrare i media.

“I 200 metri sono la gara su cui ho puntato tutto, non vedo l’ora che mi dicano la corsia sulla quale correrò”, ha detto Tortu, “negli ultimi anni il movimento della velocità è cresciuto tanto, non a caso ci sono quattro azzurri nelle semifinali dei 100 metri. Il termometro della velocità sono comunque le staffette. Correre sulla curva di Berruti? Sarà emozionante. Livio mi ha mandato un messaggio di in bocca al lupo questa mattina, spero di rendergli omaggio correndo come correva lui. In allenamento sto andando forte. Ho tanto da perdere, correre in casa un Europeo è un’occasione che capita una volta nella vita. Sono solo con me stesso: voglio pensare solo alla mia corsia. Se guarderò i 100 metri? Mi dà fastidio guardare le gare di velocità in cui non ci sono. Ho rinunciato e sono contento che Rigali, il mio compagna di stanza, abbia sfruttato l’occasione. Devono portare a casa più medaglie possibili”.

“Quelle romane sono gara che aspettiamo da due anni, non vedo l’ora di essere ai nastri di partenza della mezza maratona”, gli ha fatto eco Crippa, “se correrò i 10.000 metri? Lo deciderò dopo la mezza maratona, un obiettivo alla volta. Non mi ritengo ancora un maratoneta come dice Baldini, però rispetto a un paio di anni fa so leggere meglio le gare”.

“Sono la manifestazione che tutti noi stavamo aspettando, svolgendosi in casa c’è ancora più magia”, ha affermato Fantini, “siamo un gruppo affiatato, siamo in tanti e parecchio uniti, trascinati da capitani come Gimbo Tamberi e Antonella Palmisano. Il settore dei lanci femminili in crisi? È vero, soffriamo degli stereotipi che abbiamo nel nostro paese e nella nostra società. Sento la responsabilità perché ho tanto da perdere però le quattro medaglie vinte finora (doppietta nella prima finale degli Europei, la 20 km, di marcia, con l’oro della campionessa olimpica Antonella Palmisano e l’argento di Valentina Trapletti, oro di Nadia Battocletti nei 5000 metri e argento della staffetta 4×400 mista, ndr) danno grinta”.

Stefano Mei, presidente Fidal e della Fondazione EuroRoma 2024, Yeman Crippa, Sara Fantini e Filippo Tortu

I partner degli Europei

Complessivamente sono 35 i partner ufficiali dell’evento. Oltre agli stakeholder istituzionali della Fondazione (Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio, Roma Capitale, Coni, Sport e Salute e Fidal), la manifestazione è sostenuta dai National Partner Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero del Turismo e Italian Trade Agency-ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane).

Roma 2024 è inoltre un evento sostenuto da una lineup di sponsor di primissimo livello, a partire dai partner ufficiali della European Athletics: gli Official Partner Spar, Euroins, Le Gruyère, Toyo Tires, Würth Modyf, i Preferred Supplier Conica e Polanik e il Broadcaster Partner EBU\Eurovision.

Grazie alla collaborazione con DAO, Marketing Advisor della manifestazione, la Fondazione EuroRoma 2024 ha ulteriormente rafforzato la compagine degli sponsor con gli Official Partner Unicredit, Fastweb e Frecciarossa. La compagine degli altri partner ufficiali Uliveto, Toyota, Net Integratori, Karhu, Humangest, Vivaticket, Coffeecell e XMetaReal, si è ulteriormente arricchita con Acea, Aeroporti di Roma e Algida.

Acea, in particolare, supporta i Campionati Europei di Atletica Leggera in qualità di Sustainability Partner. Il Gruppo, primo operatore nazionale nel settore idrico, metterà a disposizione in totale 4 autobotti, due per gli atleti e atlete della marcia e due per la mezza maratona.

Negli scali di Fiumicino e di Ciampino, Aeroporti di Roma accoglie gli atleti provenienti da tutta Europa con “welcome desks”, totem brandizzati e piste di atletica adesive applicate sui pavimenti dei Terminal, che proiettano gli sportivi in gara già dal loro arrivo in aeroporto.

Algida, azienda leader in Italia nel settore dei gelati, ha invece una propria posizione di vendita all’interno del Fan Village all’interno del parco del Foro Italico.

Ad alimentare la copertura mediatica di Roma 2024 contribuiscono pure i Media Partner Corriere dello Sport, Tuttosport e RDS, oltre al digital partner Sportface.

Marco Sicari, Head Of Communication & Marketing Fidal, Yeman Crippa, Sara Fantini e Filippo Tortu