Atletica leggera, negli Usa un britannico fa meglio di Marcell Jacobs

Condividi

Il velocista britannico Louie Hinchliffe è diventato il primo europeo a vincere il titolo dei 100 metri ai Campionati NCAA. È accaduto venerdì scorso, quindi poche ore prima della finale degli Europei di atletica leggera in corso di svolgimento a Roma.


Studente al secondo anno dell’Università di Houston, Hinchliffe ha messo a segno il suo primato personale in 9.95, diventando il settimo vincitore del titolo proveniente da questo college e seguendo le orme del suo allenatore, nove volte campione olimpico, Carl Lewis.


Un tempo che gli avrebbe permesso di vincere l’oro anche nella kermesse continentale dello stadio Olimpico. Marcell Jacobs, infatti, ha conquistato l’oro correndo la finale in 10.02, l’altro azzurro Chituru Ali ha vinto l’argento mettendo a segno il suo primato personale in 10.05.


“È stata solo una gran lotta fino alla fine”, ha dichiarato Hinchliffe al termine della gara, come riporta Cnn Sports, “Nel momento in cui la pistola dello starter ha sparato, ero a tutto gas. Ho dato tutto, è quello per cui ho lavorato un anno intero. Significa molto per me”.


Hinchliffe è finito davanti ai nigeriani Favor Ashe (9.99) e Kanyinsola Ajayi (10.01), entrambi dell’Auburn University.
Il risultato di Hinchliffe lo rende il sesto britannico più veloce di tutti i tempi sui 100 metri, 0,12 secondi dietro il record nazionale di Zharnel Hughes stabilito lo scorso anno.
Già il mese scorso, il velocista britannico aveva fatto segnare il tempo di 9.84, non convalidato per le condizioni del vento.


Ora il suo obiettivo è un posto nella squadra britannica alle prossime Olimpiadi di Parigi che inizieranno il 26 luglio.
“Adesso devo dimenticare tutto questo e concentrarmi sul lavoro da svolgere”, ha proseguito Hinchliffe, “l’obiettivo principale sono i Giochi olimpici”.


Il 21enne, originario di Sheffield, in Inghilterra, si è trasferito a Houston dallo Stato di Washington l’anno scorso per allenarsi con Lewis. Dopo aver aperto la stagione con un tempo modesto di 10.4, le sue prestazioni sono migliorate costantemente negli ultimi due mesi fino a metterlo in lizza per le Olimpiadi.
“Louie ha avuto un anno incredibile”, ha affermato Lewis, “come abbiamo iniziato a lavorare insieme? Mi ha telefonato e mi ha detto: “voglio venire a Houston”. Ha capito cosa stavamo cercando di fare e ha accettato subito il programma. È un ragazzo eccezionale e farà molto bene”.
A 57 giorni dall’eventuale finale dei 100 metri di Parigi (in programma il 4 agosto allo Stade de France), Marcell Jacobs è avvisato.