BMW e Milan inseparabili nell’impegno sociale con gli Insuperabili

Condividi

I rossoneri hanno ospitato la bella finale del torneo tra la squadra delle concessionarie BMW ed il team di Inseparabili, che fa inclusione e promozione sociale attraverso lo sport. Nelson Dida, leggenda del Milan, per premiare le squadre all’ultimo capitolo e tassello del tour.

Un match di calcio a sette ben giocato e molto lottato, ma vinto chiaramente da Acib, schierato in due tempi da 25 minuti ‘contro’ gli Insuperabili. Si è concluso in bellezza a Milano, presso il Puma House of Football, con la sfida tra gli Insuperabili e la squadra dell’associazione dei concessionari BMW, l’ultimo atto di una bella iniziativa di sport e sensibilità sociale.

E’ stata la tappa finale di BMW In Tour, il campionato di calcio nato da una collaborazione già rodata. E cioè quella tra BMW Italia – che è già da tempo tra gli sponsor rossoneri – e poi ovviamente l’Ac Milan, che ha ospitato l’evento e – al lancio – la conferenza stampa di presentazione del torneo nella sede della società, Casa Milan.

L’impegno comune di Milan e BMW sui temi della diversity e inclusion ha portato quindi alla sfida finale tra la squadra di ACIB e Insuperabili, il ‘club’ che fa proprio della promozione dell’inclusione sociale attraverso lo sport il suo principale terreno d’iniziativa.

Sono stati presenti alla partita, tenutasi negli spazi quotidiani di allenamento e sfide agonistiche delle squadre giovanili rossonere, il Presidente e AD di BMW Italia, Massimiliano Di Silvestre, e poi Davide Leonardi, Presidente della Onlus Insuperabili, nonché il Presidente ACIB, Enzo Zarattini.

A premiare vincitori e vinti, è stata la gloria rossonera Nelson Dida, nella hall of fame della squadra che ha vinto più Champions League in Italia. Il portiere brasiliano è ora una delle Legend della squadra e si ricorda, tra le altre cose, per le splendide parate che portarono il Milan alla vittoria contro la Juventus ai rigori nella Champions League del 2003; essendo quindi poi protagonista anche nella ‘rivincita’ di Atene del 2007 (dopo lo shock di Istanbul del 2005), stavolta con i rossoneri vittoriosi contro il Liverpool.