Guido Crosetto (Foto LaPresse)

Crosetto su Signorelli: messaggi criticabili ma irrilevanti, conservati per far male

Condividi

“Sei un cittadino incensurato. Intercettano i tuoi messaggi whatsapp in un gruppo con amici, nell’ambito di un’inchiesta. Nessuno di quei messaggi è rilevante. Non vengono distrutti. Rimangono in un cassetto, un computer, uno scaffale per anni. Poi diventi il collaboratore di qualcuno famoso a cui fa piacere far male”.

Lo scrive su X il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, in relazione al caso di Paolo Signorelli, portavoce del Ministro Lollobrigida, che ha rassegnato le dimissioni dopo la pubblicazione di alcuni suoi messaggi privati.

“Tirano fuori quei messaggi. Li estrapolano da qualunque contesto. Li rendono pubblici. Ti massacrano. Ti rovinano la vita. E passano ad altri. Quei messaggi erano criticabili? Si! – continua – Ma resta il fatto che nessuno di noi dovrebbe conoscere le conversazioni private degli altri. E che dovremmo scandalizzarci del fatto che ci sia qualcuno che conserva fatti privati (irrilevanti per lo Stato), per poterli usare quando serve, almeno quanto ci siamo scandalizzati per i contenuti. Invece per tutti è ormai una prassi normale. Per me no. Ma, come sto constatando sul caso dossier, sono uno pochi a cui interessa il rispetto delle regole democratiche per tutti. Amici o avversari”.