Ferragni cambia assetto alle società: fuori il manager Damato

Condividi

Cambiano assetto le società di Chiara Ferragni: Fabio Maria Damato lascia Fenice e TBS Crew.
Lo comunica una nota, precisando che dal 16 giugno il manager “cesserà dalla funzione di Direttore Generale e consigliere di entrambe le aziende per perseguire altre opportunità professionali”.
“Il cambiamento, si legge ancora, fa parte di un percorso di rinnovamento aziendale”.

Chi è Damato

Entrato nella galassia Ferragni dal 2017, Damato, con un passato da giornalista di moda, ha conquistato sempre più spazio nelle attività dell’imprenditrice, fino a ricoprirne ruoli di vertice e intestandosene in parte il merito della rapida ascesa.
Fino al caso Balocco e le indagini relative, in cui lui stesso risulta coinvolto. E proprio contro Damato, aveva puntato il dito Fedez, allo scoppio di quello che è stato poi ribattezzato ‘Pandoro Gate’, considerandolo il principale responsabile.

Damato: dimissioni volontarie

Via social ha commentato la notizia il diretto interessato. “In questi mesi difficili non ho mai replicato a provocazioni o a informazioni errate circolate sul mio conto perché da dipendente credevo non fosse corretto farlo visto il rispetto per le persone, le gerarchie e per le aziende per cui ho lavorato”, ha scritto in una serie di stories su Instagram, contestando anche le cifre circolate sui suoi guadagni e la sua liquidazione.
Infine una contestazione alla nota della società. “Oggi è opportuno anche rettificare come la mia uscita sia stata una scelta autonoma e volontaria, e non, come diffuso dall’azienda, che ‘il cambiamento fa parte di un percorso di rinnovamento aziendale'”.