Roma Pride: c’è vento nero su diritti Lgbt, libertà di informazione e diritto alla protesta

Condividi

“C’è un vento nero, un’aria pesante che si respira già da qualche anno, anche in Italia, sui diritti Lgbt, sulla libertà di informazione, sul diritto alla protesta. Quante volte in questi ultimi anni abbiamo sentito di studenti che protestano e vengono manganellati o quello che sta succedendo alla Rai. E parlo per noi, quello che sta accadendo alla comunità Lgbt, dal giorno uno siamo diventati, nostro malgrado, il target preferito delle destre”.

Così, ripreso da Adnkronos, il portavoce del Roma Pride, Mario Colamarino, alla conferenza stampa della parata arcobaleno che si svolgerà domani nella Capitale. “Mi conforta il fatto che in Italia il voto arcobaleno abbia riscosso tante preferenze – continua Colamarino – E’ chiaro che dobbiamo superare questo periodo difficile che stiamo vivendo anche grazie a momenti come il Pride che sono un esercizio di resistenza, un modo di fare scuola e opposizione a questo governo”. “Credo che noi – conclude – siamo la vera opposizione a questa destra, siamo quello che a loro fa più paura: il mondo al contrario che il generale Vannacci non ama. Se questo è il mondo al contrario sono contento di essere contrario”.