Notizie online news quotidiano digitale mobile computer (Foto di Austin Distel su Unsplash)

La pubblicità digitale cresce più in Europa che negli Usa. Volano video, audio e Ctv

Condividi

Lo studio evidenzia una crescita dell’11% degli investimenti, contro il 7,3% americano.
Italia tra i 5 mercati chiave: qui il settore vale 4,8 miliardi di euro

Il mercato europeo della pubblicità digitale è cresciuto dell’11,1% nel 2023 (+9,7mld €, 2° volume assoluto più alto della storia), raggiungendo un valore di 96,9 mld € superando il tasso di crescita degli altri mercati internazionali, Stati Uniti compresi (+7,3%).
A certificarlo l’AdEx Benchmark 2023, con i dati di spesa pubblicitaria in Europa, raccolti in tutti i mercati nazionali, pubblicato da IAB Europe.

Secondo lo studio, giunto alla dodicesima edizione, i numeri certificano per l’Europa una posizione di forza, dimostrando la capacità della regione di prosperare anche in tempi difficili.
La maggior parte della spesa pubblicitaria digitale è concentrata in cinque mercati chiave: Regno Unito, Germania, Francia, Spagna e Italia, che insieme rappresentano il 69% della spesa totale.
In 13 mercati europei è stata registrata una crescita a due cifre. I Paesi dell’Europa centrale e orientale come la Turchia, la Serbia e l’Ucraina sono in testa a questa classifica, con la Turchia che ha registrato una crescita fenomenale del 50%, seguita dalla Serbia con il 27,6% e dall’Ucraina con il 25,2%

Crescita esponenziale di Video, CTV e Audio adv

Il Video Adv ha registrato un’impennata del 20,9%, con un aumento del 15% al di fuori delle piattaforme social, sottolineando la sua importanza nell’ecosistema display. Anche gli investimenti pubblicitari nell’Audio hanno registrato un boom, con un aumento del 23,1% guidato da un incremento del 32,5% della popolarità dei podcast.
La Connected TV (CTV) è un altro elemento di spicco: con untasso di crescita del 23,5% ha superato gli altri formati video non-social.

Programmatic Adv

Il Programmatic rimane dominante e rappresenta il 51,9% del totale degli annunci display. Tuttavia, la crescita di questo segmento sta maturando, poiché i budget si spostano verso nuovi canali come CTV e Retail Media. Questo spostamento è influenzato anche dalle preoccupazioni sulla privacy e dall’imminente eliminazione dei cookie di terze parti, che spingono il settore a esplorare soluzioni alternative.

Il Retail Media è emerso come attore significativo nell’ecosistema della pubblicità digitale, attirando notevoli investimenti. Poiché la vendita al dettaglio tradizionale e l’e-commerce continuano a fondersi, gli inserzionisti trovanonuove opportunità per raggiungere i consumatori direttamente sulle piattaforme dei retailer, favorendo la crescita e l’innovazione in questo spazio

I numeri italiani

L’Italia si conferma come quinto mercato per la pubblicità digitale in Europa lato investimenti. Con una crescita dell’8,3%, il mercato italiano ha raggiunto un valore di oltre 4,8 miliardi di euro, dietro solo a UK, Germania, Francia e Spagna.
Di questi, il 66,2%, oltre 3,2 miliardi di euro, viene investito in Display, dato che ci posiziona al quarto posto in Europa per investimenti sul formato. Anche il Video si conferma uno dei formati più importanti, con una quota di investimenti superiore al miliardo. Da evidenziare anche la crescita importante di investimenti in CTV (+25,5%), che supera quella di UK (+20,9%), Germania (+19,7%) e Francia (+14,9%).