Il Giornale compie 50 anni. E gli Angelucci firmano un messaggio di auguri

Condividi

Dopo la festa in grande stile a Milano, che ha visto una folta rappresentaza del governo – premier Giorgia Meloni in primis – compie oggi ufficilamente 50 anni in Giornale.
Una ricorrenza che la testata festeggia in edicola con un 50 stilizzato che occupa la prima pagina e un inserto di oltre 60 pagine che ne ripercorre la storia.

L’augurio degli editori

A pagina 3, accanto all’editoriale del direttore Alessandro Sallusti, c’è anche un messaggio di auguri firmato da Antonio e Giampaolo Angelucci, da un anno circa editori.
“Siamo entrati in punta di piedi, come è bene fare quando si varca la soglia di un luogo che ha una storia importante”, scrivono ripercorrendo le tappe del loro ingresso nella testata.
“Rilevare, come abbiamo fatto un anno fa, dalla famiglia Berlusconi la quota di maggioranza del Giornale, oltre che un onore, è stata una scelta dettata dalla consapevolezza che sostenere buone idee sia a prescindere un ottimo investimento”.

“Siamo ben consci delle difficoltà che sta attraversando l’editoria cartacea, alle prese con la più grande crisi della sua storia per via dell’avvento di tecnologie che hanno permesso all’informazione di correre anche su altri binari. Ma da imprenditori siamo convinti che il destino non sia ineluttabile, che sono gli uomini a modellare la storia e non viceversa. Per questo abbiamo messo e metteremo a disposizione di questa testata tutte le risorse economiche e professionali necessarie per garantirle, nella libertà di azione di cui ha goduto fin dal primo giorno, lunga e serena vita”.
“L’obiettivo, scrivono in conlusione, è di crescere con autorevolezza in tutte le forme di multimedialità oggi a disposizione e siamo certi che con l’impegno di tutte le componenti aziendali l’impresa sarà vincente. Caro Giornale, buon compleanno e buona avventura”