Bandiera Ue (Photo by ALEXANDRE LALLEMAND on Unsplash )

Ue contro Apple: su App Store possibile violazione del Digital Markets Act

Condividi

Cupertino replica: apportate modifiche per Dma. Certi di conformità

La Commissione Europea ha informato Apple della sua opinione preliminare secondo cui le regole dell’App Store violano il Digital Markets Act (Dma), poiché impediscono agli sviluppatori di app di indirizzare liberamente i consumatori verso canali alternativi per offerte e contenuti.

Inoltre, spiegano le agenzie, la Commissione ha avviato una nuova procedura di non conformità contro Apple per il timore che i suoi nuovi requisiti contrattuali per gli sviluppatori di app di terze parti e gli app store, inclusa la nuova Core Technology Fee di Apple, non siano in grado di garantire l’effettiva conformità al Dma.

La replica: certi di conformità

“Nel corso degli ultimi mesi, Apple ha apportato una serie di modifiche per conformarsi alla Dma in risposta al feedback degli sviluppatori e della Commissione Europea. Siamo certi che il nostro piano sia conforme alla legge e stimiamo che oltre il 99% degli sviluppatori pagherebbe ad Apple commissioni uguali o inferiori in base ai nuovi termini commerciali che abbiamo creato”. E’ il commento ufficiale di Apple dopo le decisioni di Bruxelles, ripreso da Ansa.
“Tutti gli sviluppatori che operano nell’Ue sull’App Store hanno l’opportunità di utilizzare le funzionalità che abbiamo introdotto, ha spiegato l’azienda, inclusa la possibilità di indirizzare gli utenti dell’app sul Web per completare gli acquisti a un prezzo molto competitivo”.
“Come abbiamo fatto abitualmente, continueremo ad ascoltare e a dialogare con la Commissione europea”, la conclusione.