Apple studia un possibile accordo per l’AI anche con Meta

Condividi

Secondo il Wsj, le due aziende potrebbero mettere da parte la rivalità di lunga data lavorando a una potenziale integrazione

Apple potrebbe estendere i suoi piani di intelligenza artificiale. Secondo un rapporto del Wall Street Journal, Cupertino starebbe discutendo anche con Meta la possibilità di integrare nei suoi sistemi l’AI della società di Mark Zuckerberg.

Durante l’ultima conferenza per sviluppatori Wwdc 2024 del 10 giugno, Apple ha svelato la sua versione di AI, che una partnership con OpenAI per integrare ChatGpt sui sistemi operativi.
Successivamente, in un incontro con la stampa il manager della Mela, Craig Federighi, ha aperto all’opportunità di ospitare su iPhone anche altri modelli di AI, come Google Gemini, per dare modo agli utenti di scegliere più sistemi da affiancare ad Apple Intelligence e magari anticipare le eventuali future richieste dell’Unione Europea in merito alla varietà dei servizi da offrire.

Rapporti precedenti non idilliaci

Il Wall Street Journal ha ricordato come i rapporti tra la Mela e Meta non siano dei migliori. Quando nel 2021 l’azienda guidata da Tim Cook aveva svelato la possibilità per gli utilizzatori dei suoi dispositivi di non essere tracciati per scopi di profilazione pubblicitaria dalle app, la holding social aveva risposto riferendosi a perdite di entrate pari ad almeno 10 miliardi di dollari.
Stando alla fonte americana, la volontà di Apple sarebbe proprio quella di riavvicinare Meta, supportando il lancio globale di Meta AI.