Anica celebra 80 anni con un premio, una rassegna e rinnova il marchio

Condividi

Era il 10 luglio 1944, la guerra non era finita, e nasceva ANICA, Associazione delle industrie cinematografiche.

ANICA compie dunque 80 anni, il cinema vive un periodo di grande dinamismo e l’Associazione lancia un premio per il cinema giovane, promuove una rassegna con otto film italiani simbolo, uno per decennio, con la Festa del Cinema di Roma, rende accessibile il suo prezioso Archivio storico e rinnova il suo marchio.

Tutte queste iniziative sono state presentate nella sede Anica di viale Regina Margherita a Roma dal Presidente Francesco Rutelli, con la Segretaria Generale Francesca Medolago Albani, Luigi Lonigro, Presidente dell’Unione Editori e Distributori Cinematografici ANICA, Benedetto Habib, Presidente dell’Unione Produttori ANICA, Patrizia Boglione di Trend Alchemy, Direttrice creativa che ha curato il nuovo brand e Maria Carolina Terzi, presidente di Cartoon Italia, aderente ad Anica. Paola Malanga, Direttrice Artistica della Festa del Cinema di Roma, ha inviato un messaggio. In sala, due monumenti del cinema italiano, i produttori Fulvio Lucisano e Adriano De Micheli. Paola Malanga nel suo messaggio ha annunciato una serata speciale per Lucisano alla Festa del Cinema.

“In questi ottant’anni Anica ha fatto un lungo cammino: è partita dalla caduta del fascismo, ha attraversato il periodo del neorealismo, ha tenuto sempre i rapporti con il grande cinema Usa – ha detto Rutelli – Oggi si occupa, oltre che di cinema, anche di audiovisivo e digitale ed è composta da sei unioni, Produttori, Editori e Distributori Cinematografici, Imprese Tecniche, Editori e Creators Digitali, Editori Media Audiovisivi, Esportatori Internazionali, oltre al mondo dell’animazione”.

Gli appuntamenti per il compleanno di Anica

Premio ANICA 80
“È dedicato a valorizzare i nuovi talenti del Cinema in Italia”, ha detto Lonigro. La prima edizione debutta a Ciné – Giornate di Cinema di Riccione. Premia le opere prime – prodotte con budget non superiore a 4 milioni di euro e regista di età non superiore a 45 anni – che hanno registrato il maggior numero di presenze in sala tra il primo gennaio 2023 e il 31 marzo 2024. Primi premiati: ”Palazzina Laf” di Michele Riondino, “Felicità” di Micaela Ramazzotti, “Romantiche” di Pilar Fogliati. Le categorie premiate saranno 5 per ogni film: regista, produttore, distributore, attrice protagonista e attore protagonista.

Un film per decennio
Con la preziosa collaborazione della Fondazione Cinema per Roma, che seleziona i film, Anica organizza una rassegna di film rappresentativi della cinematografia italiana, uno per ogni decennio della sua storia. I film verranno proiettati durante la Festa.

Archivi Anica
Anica ha sviluppato un progetto di digitalizzazione integrale dell’Archivio storico e di tutte le pubblicazioni realizzate nel corso degli anni, da rendere accessibile liberamente alla comunità degli studiosi. “Un sicuro valore per gli associati e per il settore, ma anche per tutti gli addetti ai lavori e per il grande pubblico interessato, dai ricercatori agli studenti”, ha detto Medolago Albani.

Brand Identity
Anica ha un nuovo marchio e nuovi loghi identitari delle sei Unioni e dell’associazione aderente. Prossimamente verrà completato il restyling di tutti i siti internet di proprietà dell’associazione: www.anica.it – www.appuntamentoalcinema.it – www.archiviodelcinemaitaliano.it.

Luigi Lonigro, Presidente Unione Editori e distributori cinematografici, ha dato cifre importanti di crescita: “L’Italia è tornata fra i primi 5 territori europei della distribuzione. Il mercato sta avviandosi a cifre pre-pandemia e le previsioni per il 2025 sono molto buone”. “Il pubblico -ha detto il presidente Rutelli – sta dimostrando di riconoscere a apprezzare i prodotti innovativi, da “C’è ancora domani” a “Oppenheimer” a “Inside Out (due milioni e mezzo di spettatori in sei giorni). E le sale sono un appuntamento imprescindibile”. Rutelli ha parlato inoltre della riforma del tax credit, che sta finalmente andando in porto, dopo lunghe interlocuzioni con i ministeri competenti: “Si spera diventi operativa prima dell’estate. Speriamo di avere presto certezze, siamo fiduciosi che si concluda la lunga attesa”.