Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori conferma Formenton presidente

Condividi

Dopo aver eletto lo scorso anno Paolo Verri come nuovo direttore, la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori ha confermato Luca Formenton come suo presidente per il prossimo triennio e nominato Enrico Selva Coddè (vicepresidente e amministratore delegato di Mondadori Libri) come vicepresidente al posto di Luisa Finocchi, che aveva ricoperto la carica dopo aver diretto la Fondazione dal 1995.

Durante il consiglio di amministrazione, è stato ratificato l’ingresso di Matteo Fabiani (in foto), executive director dei rapporti con i media e le associazioni di Intesa Sanpaolo. Inoltre, è stato annunciato il tema delle attività 2024-2025 della Fondazione: “Il futuro della memoria”. Queste attività saranno inaugurate da un convegno internazionale con lo stesso titolo, che si terrà negli spazi del Centro Internazionale di Brera, in collaborazione con Fondazione Corriere della Sera, le Università di Milano, Pavia e Roma La Sapienza, il Centro Manoscritti di Pavia e il Centro Apice di Milano.

Le recenti decisioni, si legge nel comunicato rilasciato dalla Fondazione, consolidano il progetto di Luca Formenton che guarda al 2029, quando la Fondazione festeggerà i suoi primi 50 anni di vita. “La Fondazione – ha commentato Formenton – ha tracciato in pochi mesi una nuova rotta fortemente voluta da tutta la compagine sociale e in particolare dalla mia famiglia. Ringrazio i miei fratelli per lo sforzo in corso, e tutte le istituzioni pubbliche e private per il sostegno che ci stanno dando. Il brand della Fondazione sta prendendo il peso che le compete con un più ampio spettro di azione culturale che va dalla naturale promozione dei nostri archivi alla attività di formazione a momenti pubblici di grande qualità come quelli che abbiamo appena dedicato alla letteratura di Odessa in collaborazione con Unesco, Marcello Marchesi o Mario Soldati”.

Il presidente ha inoltre ringraziato la vicepresidente uscente Luisa Finocchi per il grande supporto dato durante gli anni del Covid e ha ricordato il rinnovo dell’accordo decennale con il Comune di Milano per la gestione degli spazi di via Formentini in Brera, chiedendo al consiglio di rinominarli Laboratorio Mondadori e confermando la direzione del progetto a Giacomo Papi.