Msc acquisirà da Adr il 15% delle azioni Aeroporto di Genova

Condividi

Fresco editore del Secolo XIX Msc, a un anno di distanza dall’ingresso in Italo, acquisisce una partecipazione nella società che gestisce lo scalo ligure. L’operazione, in sinergia con il Comune di Genova

Msc acquisirà da Aeroporti di Roma il 15% di Aeroporto di Genova spa. Adr, si legge in una nota, ha ricevuto dal gruppo della famiglia Aponte “una proposta vincolante di acquisto della propria quota di minoranza parti al 15% nella compagine azionaria della società Aeroporto di Genova.

Il ruolo del comune di Genova

Nella compagine azionaria dell’Aeroporto di Genova azionista di riferimento con il 60% delle quote è Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale; il 25% fa capo a Camera di commercio di Genova e il restante 15%, appunto, ad Adr. Quota per la quale, la scorsa settimana si era fatto avanti anche il Comune di Genova.

Ora, l’ingresso di Msc, avvieve – come si precisa nella nota – “in piena sinergia” con il Comune stesso.
Che, si legge ancora, oltre a essere “pienamente concorde con la proposta di acquisto” di Msc, “ha fattivamente promosso l’operazione, garantendo la propria costante presenza e confermando, al tempo stesso, il fermo proposito di proseguire con decisione nel percorso di ingresso nella compagine azionaria dello scalo, che costituisce un asset strategico per l’amministrazione civica”.

Gianluigi Aponte (Foto Ansa)

Sinergie e svilippo

“La ricezione della proposta segue la volontà espressa da Adr di rendere disponibile la propria quota azionaria, al fine di abilitare possibili assi sinergici e di sviluppo per un rilancio dello scalo secondo le linee tracciate dal gestore aeroportuale di Genova, nell’ambito della procedura di raccolta di interesse posta in essere a inizio anno”, ha specificato Adr.

“Il closing dell’operazione potrà avvenire una volta soddisfatte le condizioni sospensive usuali per questo tipo di transazioni”.