la sfera che si vede sullo sfondo è la Pinacoteca Agnelli

Pinacoteca Agnelli promuove ‘Cinema sulla pista 500’

Condividi

Sulla pista del Lingotto film d’autore e cultura artistica e letteraria.

‘Cinema sulla pista 500’, è la rassegna cinematografica all’aperto organizzata dalla Pinacoteca Agnelli in collaborazione con Distretto Cinema che si svolgerà sulla storica pista del Lingotto a Torino, dal 5 al 28 luglio, con proiezioni ogni mercoledì, venerdì e domenica alle 21:30, accessibili con un biglietto a 6 euro.

Sarah Cosulich, direttrice della Pinacoteca Agnelli spiega l’idea alla base dell’evento: “Con il programma culturale della Pinacoteca continuiamo a ripensare il tetto del Lingotto come luogo identitario aperto a molteplici attivazioni. Il Cinema sulla Pista 500 offre agli spettatori una esperienza coinvolgente e unica che si apre anche a narrazioni parallele della storia, delle simbologie e delle trasformazioni di cui questo luogo è emblema”. Il progetto è anche di mischiare cultura cinematografica al contesto della Pinacoteca.

La rassegna inaugura venerdì 5 luglio con ‘Il deserto rosso’ di Michelangelo Antonioni, film collegato all’opera ‘Pistarama’ di Dominique Gonzalez-Foerster.

L’appuntamento continua domenica 7 luglio con ‘La classe operaia va in paradiso’ di Elio Petri, nella versione restaurata dal Museo Nazionale del Cinema, con introduzione di Stefano Boni, responsabile delle collezioni del museo.

Ginevra Elkann, presidente della Pinacoteca Agnelli, produttrice cinematografica, ha scelto personalmente tra i film in cartellone: ‘In the moon for love’ di Wong Kar-wai, che verrà proiettato venerdì 12 luglio.

Domenica 14 luglio, Anselma Dell’Olio e Paolo Manera presenteranno invece il documentario ‘Enigma Rol’, che esplora la vita del famoso sensitivo torinese.

Il calendario prosegue con tre pellicole girate a Torino: ‘La donna della domenica’ di Luigi Comencini, mercoledì 17 luglio, ‘Profondo rosso’ di Dario Argento, venerdì 19 luglio e ‘The italian job’ di Peter Collinson, domenica 21 luglio, iconico per la sequenza girata sulla pista del Lingotto.

L’evento si conclude con tre film attorno alla tematica del tempo, ispirati all’opera ‘Against the run’ di Alicja Kwade: ‘Tempi moderni’ di Charles Chaplin (mercoledì 24 luglio), ‘Memento’ di Christopher Nolan (venerdì 26 luglio) e ‘Ritorno al futuro’ di Robert Zemeckis (domenica 28 luglio).

Alicja Kwade, Against the run 2023

Ogni proiezione è preceduta da una introduzione del critico cinematografico Giampiero Frasca e da un aperitivo al FiatCafè500, bar con vista panoramica sulla città, dove sono invitati tutti gli spettatori.

Programma completo

Venerdì 5 luglio 

“Il Deserto rosso”

Regia di Michelangelo Antonioni.

Prima, alle 19,30, Alessandro Perissinotto presenta il suo libro “La guerra dei Traversa” (Mondadori, 2024) al Book Corner.

Domenica 7 luglio

“La classe operaia va in paradiso”

Regia di Elio Petri

Presenta il restauro Stefano Boni – Responsabile delle collezioni del Museo Nazionale del Cinema.

Venerdì 12 luglio

“In the mood for love”

Regia di WongKar-wai

Domenica 14 luglio

“Enigma Rol”

Regia di Anselma Dell’Olio

Presenta il documentario Anselma Dell’Olio insieme a Paolo Manera, direttore Film Commission Torino Piemonte.

Prima, alle 19,30, Francesca Diotallevi presenterà il suo libro “L’Ultimo Mago” (Neri Pozza, 2024) al Book Corner.

Mercoledì 17 luglio

“La donna della domenica”

Regia di Luigi Comencini

Venerdì 19 luglio

“Profondo rosso”

Regia di Dario Argento

Domenica 21 luglio

“The Italian Job”

Regia di Peter Collinson

Mercoledì 24

“Tempi moderni”

Regia di Charles Chaplin

Venerdì 26 luglio

“Memento”

Regia di Christopher Nolan

Domenica 28 luglio

“Ritorno al futuro”

Regia di Robert Zemeckis

Fulvio Paganin, presidente di Distretto Cinema, aggiunge: “Sperimentare la visione di un film all’aperto sul tetto del Lingotto consente di interconnettersi emotivamente a uno dei luoghi più significativi della Torino che cambia. Il ciclo di film prende ispirazione da alcune delle opere d’arte presenti sulla Pista, dense di significati simbolici, e al tempo stesso vuole essere un omaggio alla città, raccontata con lo sguardo di alcuni grandi autori del cinema, che proprio a Torino hanno realizzato film indimenticabili”.

La Pista del Lingotto era un importante stabilimento della Fiat dove sul tetto c’era la pista per provare le automobili. Chiusa la fabbrica, il Lingotto è diventato un centro multiuso. Sul tetto è stata costruita la sede della Pinacoteca Agnelli e la pista viene usata per eventi.

Il ‘Cinema sulla Pista 500’ è un evento dell’estate torinese che unendo cinema e cultura in una cornice suggestiva mette in luce lo spirito identitario di Torino.